Quei primi giorni in 4

Quei primi giorni in 4

A domicilio

Quando scatto i servizi a domicilio cerco di interferire poco nelle dinamiche di casa, lascio che la famiglia si muova come se non ci fossi. In questo carosello di foto si vedono dei momenti che per me rappresentano il mio senso di fotografia e di ricordo. Ve li racconto: la mamma stava allattando su una poltrona e la bimba più grande, per attirare l’attenzione, incitava il papà a salti e capriole. Non mi guardava quasi mai, la mia presenza era un’ombra ormai, puntava la mamma per dirle “mamma ci sono anche io”. E così, dopo il latte, l’immancabile cambio pannolino e culetto da lavare ed ecco che iniziano i momenti spontanei di Amore. Matilde si avvicina con la testa alla sorella in un gesto di dolcezza che mi spacca il cuore e poi ancora show per ricordare alla mamma che c’è anche lei in casa. La osservo mentre svuota il lettino e si distende a terra e fa finta di dormire, chissà che così finalmente le diano il premio più grande: la sua sorellina tra le braccia. Arriva sempre anche quel momento in cui raduno tutta la famiglia sul divano o sul letto per fare le foto tutti assieme ma non impongo nulla, non chiedo di guardarmi belli e perfetti, mi limito ad osservarli e fotografo senza che se ne accorgano. Mi piace vedere le loro posizioni, i bimbi che non stanno mai fermi, la loro spontaneità ed è quando meno me lo aspetto che accadono altri gesti che mi riempiono il cuore. Camilla stava piangendo e Matilde, 3 anni ancora da compiere, mette il dito in bocca alla sorellina come vede fare al papà quando la piccola ha fame, e la calma. Poi si rannicchia vicino a lei, la bacia e si fa coccolare da mamma e papà . Le meravigliose dinamiche dell’arrivo di un fratellino/sorellina. Le mie foto di famiglia a domicilio.